‘Last Christmas’: come è nata la canzone che accompagna il Natale da generazioni

E’ la canzone per eccellenza del Natale che da generazioni accompagna le festività, ma in pochi sanno come è nata la storica hit 

Last Christmas nascita hit
George Michael (Da Facebook George Michael – Italnews24.it)

Il Natale sia per chi lo festeggia e per chi no, è il periodo dell’anno delle lucine, degli addobbi, delle persone nei negozi alla ricerca del regalo perfetto da regalare a chi vogliono bene. Ma non solo, infatti Natale è anche la storica hit degli Wham! “Last Christmas”, melodia che risuona da anni e che nonostante il tempo emoziona sempre da generazioni.

Scritta da un giovane George Michael, sin dalla sua uscita nel 1984 è da subito diventata la colonna sonora del periodo natalizio per il mondo. Una melodia che tutti conoscono ma che in pochi sanno come sia nata e le molte curiosità che nasconde. Ecco svelati i segreti dietro la canzone del Natale.

“Last Christmas” come è nata una hit

Last Christmas
Last Christmas (Da Youtube Wham! – italnews24.it)

Il videoclip su Youtube ha superato le 700.000.000 di visualizzazioni e il singolo ha venduto milioni di copie. Un amore finito che ogni anno risuona ovunque per annunciare che il Natale è arrivato e dona quel senso di festa che di generazione in generazione non manca mai. Tutti conoscono la canzone: “Last Christmas I gave you my heart, But the very next day you gave it away, This year, to save me from tears, I’ll give it to someone special“, ma in pochi sanno come sia nata e le molte curiosità che ruotano attorno alla hit.

Nel lontano 1984 durante un viaggio in macchina verso la casa dei genitori del cantante, George Michael che si trovava insieme a Andrew Ridgeley, inizia a pensare ad una canzone che possa raccontare di un amore ormai giunto al suo termine. Arrivato nella sua camera di quando era bambino la compone e decide di canticchiarla ad Andrew. Quest’ultimo lo ricorderà come un momento speciale. Nell’agosto viene incisa per poi essere donata al mondo.

Potrebbe interessarti anche: Il Grinch: Jim Carrey confessa di aver odiato il personaggio

Il video della canzone viene girato in Svizzera precisamente a Saas-Fee, ma non era il luogo scelto sin dall’inizio. Infatti le riprese dovevano aver luogo a Gstaad ma causa poca neve furono spostate. Le riprese interne furono girate in uno studio, le esterne presso lo Chalet Schliechte. Uscita nel Regno Unito il 3 dicembre e in Italia il 15 dello stesse mese, i ricavi furono devoluti in beneficienza per poter contrastare la carestia etiope di quegli anni.

Incredibile ma vero, nonostante il successo che ad oggi ha il singolo, la canzone nell’anno di uscita non arrivò prima in classifica ma “solo” seconda. Il titolo originale era “Last Easter” ma la casa discografica decise che dovesse uscire nel periodo natalizio e così anche il titolo fu poi cambiato. Negli anni è diventato uno tra i brani con più versioni nella storia pop.

Potrebbe interessarti anche: ‘Mamma ho perso l’aereo’: come è diventata oggi la casa del film | Da non credere

La protagonista del video è Kathy Hill ha dichiarato di come fosse stato divertente girare il video e che “nella scena a cena intorno al tavolo eravamo tutti un po’ brilli. Non credo che George avesse bevuto ma io sicuramente un sacco di vino rosso“. Inoltre nel video si può vedere per l’ultima volta George Michael senza la barba. Dal 1 dicembre inizia un gioco chiamato “Whamageddon“: nasce in Danimarca e consiste nel resistere fino al 24 dicembre senza l’ascolto di “Last Christmas” non appena si riconoscono anche solo le prime note, della versione originale, si “perde”.

Era il 25 dicembre del 2016 quando il mondo deve dire addio a George Michael, compositore, produttore ma soprattutto un cantate che il mondo ricorderà per sempre, soprattutto quando ogni Natale le sue note riscaldano il cuore e donano il senso di festa che solo “Last Christmas” sa donare.

 

Impostazioni privacy