Iva Zanicchi sulla morte del fratello: “Non me lo hanno fatto vedere”

Iva Zanicchi ricorda un momento buio della sua vita che ha vissuto qualche anno fa: ha perso suo fratello, tutti i dettagli

iva zanicchi rivelazione
Iva Zanicchi (Instagram)

Iva Zanicchi è impegnata nello show “Ballando con le stelle” e si sta facendo conoscere sotto un altro punto di vista: la danza. Non è il suo forte, ma con impegno e dedizione sta portando a casa grandi risultati. Ha conquistato il pubblico con la sua musica e il suo talento che nel corso degli anni l’hanno resa unica e inimitabile.

Non solo cantante ma un vero e proprio personaggio pubblico che tutti supportano e sostengono in ogni situazione. Anche sui social è molto seguita e con i follower condivide molti momenti delle sue giornate.

Iva Zanicchi, il ricordo del fratello: quanta tristezza

iva zanicchi racconto morte fratello
Iva Zanicchi (Instagram)

Durante la puntata scorsa di “Ballando con le stelle”, è stata trasmessa una clip in cui la Zanicchi ha fatto riferimento alla morte del fratello che l’ha toccata molto. Qualche tempo prima la cantante ne aveva parlato a “Oggi è un altro giorno” di Serena Bortone dove si era lasciata andare a qualche particolare in più sulla vicenda che l’ha molto scossa.

Mio fratello, che era come un figlio… beh, io fin da piccola tenevo a lui in modo particolare. Se avevo un cioccolatino in più era per lui – ha raccontato – Io lo adoravo e lui adorava me. Quando è morto, io ero arrabbiatissima. Io accetto la morte, è inevitabile. Non ne ho paura, sono più curiosa”.

Leggi anche: “Con l’aiuto del cielo”, su Canale 5 la nuova serie tv: anticipazioni

Leggi anche: Morto il papà della famosa attrice: “Ti amerò per sempre”

Perché ero arrabbiata? Eravamo all’inizio del Covid, si brancolava nel buio. Anche i medici andavano un po’ a tentativi. Ma io non posso pensare che sia morto. Non me lo hanno fatto vedere anche dopo. Io ho mandato il rosario al signore delle pompe funebri. Un rosario, una foto e il mio libro. Più i vestiti. Lei deve fare questo per me.  – ha spiegato – Quando è tornato mi ha detto che non l’aveva potuto fare. Anche queste cose, sciocche, quando penso a lui. Mi faccio le domande: ‘Come era? Come è morto?’. Questo è orribile“.

Impostazioni privacy