Cesare Bocci e il racconto emozionante sulla figlia: “Non è ancora finita”

Cesare Bocci ha voluto raccontare in diretta tv un particolare sulla figlia fino ad oggi rimasto nascosto: le sue parole sono toccanti

cesare bocci racconto disturbo figlia
Cesare Bocci (Instagram)

Cesare Bocci è uno degli attori più conosciuti dal pubblico italiano che con il suo talento ha conquistato la stima e l’affetto di milioni di telespettatori che non perdono occasione di seguirlo in ogni suo lavoro. L’artista ha sempre cercato di mantenere un certo riserbo sulla sua vita privata anche se non è un segreto il fatto che sua moglie Daniela Spada abbia dovuto combattere contro un ictus e una brutta embolia.

I due hanno anche una figlia, Mia, cosa sappiamo sulla giovane? E’ stato proprio Bocci a raccontare qualche dettaglio in più durante la trasmissione “A ruota libera” di Francesca Fialdini.

Cesare Bocci, cosa è successo alla figlia Mia

Cesare bocci figlia disturbi alimentari
Cesare e Mia Bocci (Instagram)

Cesare Bocci è stato ospite in una delle ultime puntate di “A ruota libera” dove ha raccontato alcuni retroscena della sua vita pubblica e privata ed ha parlato a lungo di sua figlia Mia. I due hanno un rapporto molto stretto e sono molto legati, insieme hanno affrontato molte sfide che la vita ha riservato loro e ancora oggi combattono contro tanti mostri.

Prima la malattia di Daniela Spada, moglie dell’attore e poi i disturbi alimentari di cui soffre la figlia Mia. “Ci siamo trovati ad affrontarlo con Daniela  solo perché Mia ce l’ha concesso – ha affermato Cesare – poi c’è sempre questa voce, non passerà mai, è sempre li. Non è ancora finita“.

Ha poi aggiunto che Mia è stata coraggiosa e con commozione ha riferito: “L’amiamo da sempre ma adesso ancora di più per questa dimostrazione di fiducia che ha avuto per me e per la sua mamma. Alla vita non importa in quale classe sociale sei, cosa fai. La vita ti aggredisce in quel momento e tutti ne possiamo restare preda e vittima“.

Ha poi posto l’attenzione sull’importanza di parlare di disturbi alimentari spiegando che qualsiasi genitore si trovi nella sua stessa situazione deve avere il coraggio e la voglia di assecondare il proprio figlio senza, però, controllare. “Quando si apre la porta della fiducia, le cose vengono naturali. Questo è il mio pensiero e la nostra esperienza”. Ha concluso.

Impostazioni privacy